Business, tra Digitalizzazione e Digital Transformation

di Eduardo Belli  

Negli ultimi anni il mondo ha affrontato una trasformazione digitale che ha avuto un forte impatto sulla vita di tutti i giorni e che ha visto numerosi dibattiti e teorie sul cambiamento delle dinamiche relazionali tra le persone. Data la sede in cui queste brevi righe saranno pubblicate, mi sembra doveroso far vertere il discorso sull’altro lato della medaglia: l’impatto delle tecnologie sulle imprese. Sebbene sia anch’esso argomento ampiamente diffuso e discusso, l’impatto delle nuove tecnologie sulle logiche di business non è sempre chiaro. La ragione cardine di quest’assunto è che spesso imprenditori e manager tendono a voler utilizzare tali strumenti tecnologici senza conoscere le reali motivazioni di tale scelta con la conseguenza di sfociare, nel contesto aziendale, in fenomeni di digitalizzazione anzichè di reale digital transformation. Portare tutti i processi in digitale (digitalizzazione) non ha la stessa efficacia dell’effettuare una trasformazione vera e propria dei processi aziendali integrandoli con strumenti digitali. E’ per questa ragione che la logica appena descritta può ridisegnare il business aziendale incidendo sostanzialmente sulla value proposition (il valore dell'offerta aziendale), sulle attività svolte, sulla gestione del personale e in generale sull’intera organizzazione. Operare una digital trasformation può modificare il rapporto tra l’azienda e i suoi clienti, ad esempio attraverso l’introduzione di sistemi di CRM (il Customer Relationship Management per la gestione del rapporto con i clienti) cambiare le modalità di interazione con i consumatori ed essendo più reattivi nei confronti del mercato. Effettuare trasformazione digitale non significa solamente digitalizzare processi di reporting ma anche ad esempio introdurre la robotica nei processi produttivio (che non è una novità per le aziende). Nell’articolo “Smarter,smaller,safer robots” pubblicato dall' “Harvard Business Review” nel 2015  vengono analizzati i vantaggi a livello economico dell’introduzione di robotica intelligente nel manufacturing. La possibilità per la manodopera di essere supportata da tale tecnologia conduce non solo ad un miglioramento delle performance personali, ma anche ad un aumento della voglia di lavorare con i robot da parte dei dipenendi, come citato nell’articolo summenzionato :

” (...) giving humans more control over allocating tasks—putting the people in charge—made them less likely to want to work with robots again and negatively influenced team fluency, or how well the group performed. In a sense, workers prefer to have adaptive robots allocating tasks.

Inoltre, l’introduzione di alta tecnologia richiede l’utilizzo di mano d’opera altamente qualificata per l’uso e la gestione della stessa. Il risultato di ciò è l’aumento dei salari per tale categoria di lavoratori; la richiesta di mano d’opera qualificata riduce le opportunità di lavoro per coloro i quali non sono formati all’utilizzo di tali tecnologie. In quest’ottica la SDA Bocconi School of Management ha instituito il DEVO Lab con l’obiettivo di mappare e analizzare tutte le tecnologie esistenti al fine di accompagnare le imprese verso una digital transformation. “Digital trasformation” in one of the hottest topics in the management field today. Undoubtedly, digital technologies can challenge consolidated conception of business models and of market competition, as we are living a period of blurred lines among business contexts that were once clearly distinct and delineatedè la frase d’apertura del primo report pubblicato il 21/07/2016 nel quale viene introdotto l’argomento attraverso uno studio in collaborazione con l’MIT (Massachussetts Institute of Technology). Lo studio pone l’accento sulle tecnologie esistenti e sulla loro prossimità al business lasciando alla fantasia le possibili applicazioni delle stesse e la costituzione di macro-trend derivanti dalle interrelazioni di tali applicazioni nell’economia.

In conclusione, possiamo riassumere che il top management aziendale nel porre in essere trasformazioni digitali deve stare attento a focalizzare l’attività verso un obiettivo concreto che possa realmente costituire un valore aggiunto in termini economici, temporali e di processo.

      Riferimenti bibliografici:

1)     Harvard Business publishing, 2015: https://hbr.org/2015/11/smarter-smaller-safer-robots. About the Research: “Efficient Model Learning from Joint-Action Demonstrations for Human-Robot Collaborative Tasks,”by S. Nikolaidis, K. Gu, R. Ramakrishnan, and J.A. Shah

2)     Castelli,G et al., SDA Bocconi School of Management, High Impact Technology Radar, 21/7/2016.